Quali sono le alternative all'usa e getta?
Around rivoluziona il mondo del packaging del food delivery attraverso la diffusione di contenitori smart riutilizzabili per dare vita a un nuovo lifestyle sostenibile.
Sostenibilità, Economia circolare, bowl, packaging, monouso
51187
post-template-default,single,single-post,postid-51187,single-format-gallery,wp-custom-logo,theme-cabin,cabin-core-1.0.2,woocommerce-no-js,select-theme-ver-3.2,ajax_fade,page_not_loaded,,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
  • usa e getta

Quali sono le alternative all’usa e getta?

Around

BASTA USA E GETTA!

 

Quante volte nell’ultimo anno avete acquistato pasti d’asporto? Scommetterei spesso. Quante volte avete ricevuto contenitori usa e getta? Sempre.

La risposta è così facile perché oggi in Italia tutti i ristoranti che offrono servizi d’asporto lo fanno tramite contenitori usa e getta. I volumi di rifiuti solidi, causati da contenitori usa e getta per i pasti d’asporto, sono aumentati notevolmente dopo l’inizio della pandemia e le stime dei volumi attesi non danno segni di diminuzione. In quest’ottica nemmeno le plastiche riciclabili o compostabili rappresentano una soluzione efficace. Il riciclaggio, purtroppo, ha gravi limitazioni dovute all’errato assortimento dei rifiuti in fase di raccolta. Analogamente, i processi di compostaggio devono essere correttamente eseguiti da stabilimenti dedicati.

Alla luce di queste sfide si può comprendere la necessità da parte dei governi di ridurre l’utilizzo di contenitori usa- e-getta, e nei casi più singolari, addirittura vietarlo.

 

IL RIUTILIZZABILE COME VERA ALTERNATIVA AL MONOUSO

 

La normativa SUP (Single Use Plastic), che vieta le plastiche biodegradabili e compostabili e bandisce anche i prodotti monouso per i quali esistono alternative riutilizzabili, è stata approvata dall’UE a maggio 2019 ed è entrata in vigore da luglio 2021 con diversi risvolti nei Paesi membri:

  • In Germania, dal 2023, ristoranti, bistrot e caffetterie dovranno poter vendere (anche a domicilio) bevande e cibo da asporto anche in contenitori riutilizzabili, senza che vi sia un costo aggiuntivo.
  • In Francia si sta lavorando su più fronti, grazie alla Legge antispreco: riduzione della plastica usa e getta, lotta allo spreco, riutilizzo degli oggetti, lotta all’obsolescenza programmata e la fine della commercializzazione degli imballaggi in plastica monouso entro il 2040.
  • La Spagna imporrà una nuova tassa sull’uso degli imballaggi in plastica non riutilizzabili, fissando l’aliquota a 0,45 euro al chilogrammo.

In Italia però questa normativa non sembra a ancora essere stata pienamente recepita. Solo in Trentino, dal 1° luglio 2022, è previsto lo stop ai prodotti monouso in tutti gli eventi pubblici organizzati, finanziati o patrocinati dalla Provincia e dagli enti collegati. Dal 1° gennaio 2023 gli stessi principi dovranno essere estesi in tutti i servizi di preparazione e distribuzione – automatica e non – di alimenti e bevande degli enti pubblici trentini, Provincia autonoma, enti strumentali e società partecipate.

 

IL TREND NEL RESTO DEL MONDO

 

Guardando oltre l’Europa, anche il resto del mondo sembra sensibile a questo tema, infatti in Nuova Zelanda, dal 2022, verranno banditi dalla circolazione vassoi per la carne in pvc, il packaging per alimenti e bevande in polistirolo espanso e quello in polistirolo per le pietanze da asporto, le plastiche oxo-degradabili, i miscelatori per bibite e i cotton fioc. Entro la metà del 2023 bisognerà fare a meno di sacchetti in plastica usati come packaging, etichette, cannucce, e infine di piatti e posate usa e getta, mentre dal 2025 verrà bandito qualsiasi altro contenitore per alimenti e bevande in polistirolo e pvc, inclusi per esempio i vasetti degli yogurt.

 

 

AROUND E greenTO INSIEME A TORINO

 

E allora come affrontare questo cambio di paradigma? Quali soluzioni abbiamo a disposizione per cambiare nel breve termine le nostre abitudini di consumo? Noi di Around abbiamo le idee chiare e per questo motivo stiamo puntando sempre di più a far crescere il nostro network di ristoranti e locali in linea con la nostra mission.

A tal proposito, siamo felici di annunciare ufficialmente il nostro lancio nella città di Torino insieme a greenTO, circolo ufficiale di Legambiente, che opera nella città di Torino, con l’obiettivo di dare vita ad una comunità sostenibile.

Seguiteci sui nostri canali social per essere sempre aggiornati sulle prossime iniziative in città e sui nuovi ristoranti che entreranno a far parte del network di Around.

 

Seguici su Instagram: Aroundrs

Scarica l’app Aroundrs dagli stores